Welcome to the West

Siamo finalmente arrivati alle partite che contano. Perchè se già nei playoff è tutta un’altra storia, vi lascio immaginare cosa siano le finali di Conference.

In questo pezzo ci concentreremo sulle finaliste dell’Ovest: Golden State Warriors e Oklahoma City Thunder. La vincente delle due incontrerà nelle finali di lega quasi sicuramente i Cleveland Cavaliers di Lebron James vincitori annunciati ad Est.Le due squadre arrivano in maniera completamente diversa a questa serie, da una parte, infatti, troviamo gli Warriors dei record guidati chiaramente dall’uomo dei record Steph Curry, dall’altra abbiamo una mezza sorpresa, i Thunder del devastante binomio Durant/Westrbook.

Golden State arriva dalla semifinale vinta abbastanza  agevolmente contro Portland (4-1) nella quale ha anche dovuto fare a meno per tre partite del suo leader. Il ritorno di Curry, infatti, e’ stato più che decisivo, rientra sul 2 a 1 in gara quattro facendo tutta la differenza del mondo e realizzando 17 punti nel solo primo tempo supplementare, polverizzando cosi’ il record di punti in un overtime di playoff. Successivamente in gara cinque gioca meravigliosamente con tutti i compagni e chiude senza troppi indugi la serie.
Dall’altra parte, come dicevo, c’e’ una mezza sorpresa, infatti se tutti non avevano dubbi che Oklahoma passasse il primo turno, in semifinale partivano nettamente in sfavore di pronostico contro gli storici Spurs. I Thunder pero’ nonostante abbiano perso gara 1 di quasi 40 punti non hanno mai mollato e proprio grazie alla tenacia dei due leader hanno buttato fuori Duncan e compagni vincendo quattro gare sulle sei disputate.

Immagino che abbiate già capito che Golden State parte favorita, al completo infatti hanno un attacco davvero stellare ed un sistema quasi perfetto, quest’anno hanno battuto praticamente tutti i record, hanno in campo l’ MVP della stagione e non solo, perchè hanno un organico ricchissimo di talento considerando che Thompson e Green sono due giocatori ben sopra la media. Inoltre in stagione Oklahoma non ha mai vinto contro Golden State anche ma ha potuto vedere i ben pochi punti deboli dei campioni in carica. Infatti per vincere dovranno tenere l’intensità fisica e mentale altissima, quando hanno messo un po’ più di fisicità in campo anche i campioni sono andati in difficoltà.

Beh se volete proprio saperlo questa notte si è giocata gara 1 e quasi a farlo apposta i Thunder hanno vinto fuori casa, dimostrando che quando inizia la partita, statistiche, percentuali e favoriti sulla carta non esistono. Nel corso del primo tempo sembrava che l’incontro fosse sui binari che tutti immaginavano: Curry dominante guida i suoi e piano piano prende il largo fino ai 15 punti di scarto. Il secondo tempo però è stato quello decisivo: Westrbook e Durant salendo in cattedra realizzano 53 punti in due così aggiudicandosi il match che finirà’ 108-102.

Bene le finali sono iniziate, la sfavorita è in vantaggio e si preannuncia una serie da 7 partite una più tesa dell’altra, meglio di così io non saprei che cosa chiedere! Non ci resta che sincronizzare gli orologi con l’oltre oceano, puntare le sveglie nel pieno della notte e accomodarci sul divano a goderci lo spettacolo.
Concludo solamente con il mio personalissimo pronostico, la serie finirà’ 4-3 in favore di Curry e compagni che, nonostante la partita di svantaggio rimangono senza ombra di dubbio la squadra più’ completa di tutta la NBA.

Tags

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *