Ora Basta

Roberto-Mancini

Post-partita Juventus-Inter, ai microfoni non si presenta Mancini, bensì Ausilio…….

Non sono rimasto sorpreso, anzi, dallo Jesino me lo aspettavo, non affrontare le telecamere dopo una sconfitta cocente scappando dalle ormai solite domande a cui non è stato mai capace di rispondere :“Ma il gioco?”, “Non credi dovrebbe giocare Perisic?”, “Perché il modulo a specchio?” etc. etc.

Contro la Juve i nerazzurri non hanno proprio sfigurato, alcuni danno la colpa all’episodio, ma non sono mai stati capaci di creare qualche problema serio alla retroguardia avversaria soccombendo con il passare del tempo; è normale mettersi a specchio contro i maestri del 3-5-2 snaturando praticamente ogni giocatore? È normale cambiare terzini ogni due partite? È normale cambiare modulo ogni partita? È normale tenere in panchina tutti gli attaccanti acquistati in estate? È normale tutto ciò? Ai posteri l’ardua sentenza

Ma parliamoci chiaro.

Dell’Inter funzionano bene due cose: la condizione atletica (pochissimi cali e infortuni) e la difesa. Su quest’ultimo punto poi non credo nemmeno sia tutto merito di Mancini: andando a rovistare nel suo passato, infatti, si è quasi sempre fatto accompagnare da un secondo allenatore ex-difensore (Mihajlovic e Silvinho dopo il “no” di Adani) che a mio parere cura per lui la fase difensiva.

Passando alle note dolenti: due mercati fatti ad hoc in cui i giocatori indicati per risollevare le sorti del club sono finiti regolarmente in panchina o rivenduti sei mesi dopo, una squadra che dopo 18 mesi non ha un gioco e nemmeno un modulo base, giocatori che si perdono in mezzo al campo per colpa di continui cambi in corsa, direttive scritte sui bigliettini, poco movimento senza palla, insulti ridicoli ai colleghi, attacchi pubblici ai propri giocatori, cessioni molto discutibili, e questo personaggio non si presenta alle telecamere?!?

IO NON CI STO, PREFERIVO LA NOIOSA UMILTÀ DI MAZZARRI E LA FOLLIA DI STRAMACCIONI A QUESTA INSENSATA, VANAGLORIOSA E CODARDA GESTIONE, PREFERIVO UOMINI VERI, CHE CI METTONO LA FACCIA NELLE DIFFICOLTÀ. A MANCINI PER VINCERE QUALCOSA SERVONO ALMENO DUECENTO MILIONI E NOI, AD OGGI, NON SIAMO ABBASTANZA “BRAVI” PER ACCONTENTARLO, CHE SI RIVOLGA A QUALCHE SCEICCO.

P.S

Spero di essere smentito al più presto ma non credo sarà possibile

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *