David Letterman, l’addio alla TV

4623494124_c5f48871eb_b

Uno show che sembrava infinito, senza età. Un numero di episodi esorbitante, potrebbero averne perso il conto anche i produttori stessi, nel corso dei decenni.
E’ lo show che ha intrattenuto diverse generazioni, ha fatto la storia della televisione ed è per tutti un’icona.

Tutto ha una fine, no?

Il leggendario David Letterman, all’età di 68 anni, va in pensione. Dice addio al mondo della televisione, di cui ha fatto parte dal 1971 e che, a partire da allora, ha cambiato.
E’ partito dal basso, come tutti i più grandi: dalle previsioni del tempo che dava agli abitanti di Indianapolis 44 anni fa, al suo personale ed unico talk show, che lo ha portato alle stelle e ce lo ha lasciato 35 anni fa, gli anni per cui ha condotto il programma.

Artisti, sportivi, attori e personaggi politici. Innumerevoli gli ospiti, enorme la loro fama: per ogni personaggio, l’opportunità di essere intervistato da Letterman è il raggiungimento di un obiettivo.
Lo storico presentatore del Late Show, aldilà della sua pungente ironia ed il suo grande sarcasmo, ha (quasi) sempre saputo mantenere il giusto distacco dall’ospite, mettendolo a proprio agio e scherzandoci senza creare tensione nello studio.
Troppi sono i momenti da ricordare dello show di Letterman, come tutte le puntate in cui si ripeteva il bacio tra lui e Julia Roberts, una tra le star con cui ha riso e scherzato di più e che è diventata un’affezionata dello show.

Oltre agli innocui scherzi e baci con la Roberts, a volte lo show è stato completamente pervaso dall’umorismo pungente di Letterman, come nei confronti della spericolata ereditiera Paris Hilton appena rilasciata, a cui ha chiesto: “Ti è piaciuta la prigione?” e l’ha tempestata di domande a riguardo, comiche per noi, forse un po’ scomode per lei.

Per queste ultime settimane di “Gran finale” prolungato, i personaggi che abbiamo visto al Late Show sono tra più famosi ed influenti del mondo.
Barack Obama ha fatto visita lo scorso 5 maggio all’Ed Sullivan Theater di Manhattan, e ha lodato l’operato di David degli scorsi anni. “Tutto il paese, dopo una dura giornata di lavoro, quando tornava a casa, sapeva che ci saresti stato tu a dargli gioia e risate. Ha significato moltissimo e fai parte di tutti noi”. Queste le parole del presidente, che rappresentano perfettamente l’effetto che lo storico programma ha avuto sugli americani in particolare, e sui fan dello show da tutto il mondo.

Non è stato un vero e proprio fulmine a ciel sereno per i fan del “Late Show with David Letterman”.
O almeno, lo è stato, ma con un largo preavviso.
L’annuncio è stato dato più di un anno fa, precisamente il 4 aprile 2014, attraverso twitter.
Dopo il messaggio dell’ex bassista dei Rem, Mike Mills, che era ospite del Late Show di quel giorno, arriva il tweet di Letterman stesso ad ufficializzare il tutto.
«Voglio solo ribadire i miei ringraziamenti per l’appoggio avuto dalla rete, da tutte le persone che hanno lavorato qui, tutte le persone in studio, tutte le persone dello staff, tutti voi a casa. Vi ringrazio molto».
L’ultima puntata prima del ritiro di Letterman dalle scene è prevista per mercoledì 20 maggio 2015, e come ultimo ospite di David sarà Bill Murray, suo amico storico e attore.

Il Late Show continuerà. Riprenderà dall’8 settembre 2015, ed a condurlo sarà il presentatore e comico Stephen Colbert. I cambiamenti sono spesso positivi, ci si abitua, ma qualcosa è certo: non sarà il cult che è stato dal 1980 ad oggi, anzi, a domani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *