Battaglia Foundry Sculpture Prize 2016

L’artista francese Nicolas Deshayes è il vincitore della prima edizione del Battaglia Foundry Sculpture Prize 2016, premio per la scultura creato da Fonderia Artistica Battaglia. Vetrina internazionale per la creatività emergente, il Premio è un’iniziativa volta a sostenere una pratica artistica internazionale d’eccellenza applicata alla scultura in bronzo, con il monitoraggio, la selezione e la formazione dei giovani artisti per consegnarli, con la produzione di nuovi lavori, al sistema dell’arte contemporanea.

Dopo un’approfondita analisi dei cinque progetti finalisti da parte del Comitato di selezione internazionale, la scelta è ricaduta sullo scultore Nicolas Deshayes (1983, Nancy, Francia) per la sua ricerca artistica e tecnica.

La giuria del premio – composta da tre professionisti di profilo internazionale dell’arte contemporanea e dalla Fonderia Artistica Battaglia, nelle persone di Camilla Bonzanigo (Cultura e Sviluppo, Fonderia Artistica Battaglia), Martin Clark (Direttore del Bergen Kunsthall), Alberto Salvadori (Direttore Artistico del Museo Marino Marini) e Moritz Wesseler (Direttore del Kolnischer Kunstverein) – ha selezionato l’opera Dear Polyp poiché contiene in sé la vitalità per immaginare un nuovo futuro tecnico della scultura in bronzo, con l’utilizzo del bronzo come conduttore termico.

L’opera di Nicolas Deshayes si è caratterizzata per la sua originale interpretazione del tradizionale processo di fusione a cera persa, una tra le più antiche tecniche scultoree di tutti i tempi, che oggi sta raccogliendo nuovo interesse nell’arte contemporanea. L’artista parte dal poliuretano espanso, fino poi ad intervenire direttamente sul modello in cera, in una personale rielaborazione condotta con un approccio articolato e innovativo.

Inoltre a differenza dell’usuale freddezza del metallo stampato, la temperatura emanata dalla scultura finita, collegata con tubature a un sistema di riscaldamento dell’acqua – che fa sì che l’opera si scaldi e si raffreddi come un organismo vivente – inviterà all’interazione tramite il tatto, offrendo una sensualità sensoriale nuova all’esperienza artistica.

Il Battaglia Foundry Sculpture Prize 2016, oltre una borsa di studio e una residenza d’artista della durata di un mese presso la Fonderia Artistica Battaglia, che si svolgerà tra giugno e luglio 2016, offre a Nicolas Deshayes opportunità di realizzare l’opera proposta in progetto in stretta collaborazione con Fonderia Artistica Battaglia, che seguirà tecnicamente le fasi di lavorazione dell’intero processo.

Dear Polyp sarà presentata ufficialmente al pubblico a Milano il prossimo settembre, nell’ambito di una mostra in cui saranno esposti tutti i progetti che hanno animato l’edizione 2016 del Battaglia Foundry Sculpture Prize.

Il Premio opera come un vero e proprio osservatorio privilegiato sui protagonisti della creatività emergente in ambito contemporaneo e rappresenta una sorta di sfida per i giovani artefici delle arti plastiche contemporanee, invitati a misurarsi con una tecnica tanto nobile, nella cornice di uno degli spazi più significativi della produzione scultorea bronzea della storia dell’arte italiana. Da sempre attenta a interpretare lo spirito del tempo, la Fonderia Artistica Battaglia agisce anche come vera e propria istituzione culturale, sostenendo artisti, promuovendo progetti in collaborazione con le più interessanti voci del panorama artistico nazionale e internazionale e ampliando costantemente la propria rete con i protagonisti della scena artistica nazionale e internazionale che include musei pubblici e privati, artisti, curatori, gallerie, centri di ricerca, istituti scientifici o legati al mondo della tecnica, ponendosi sempre come propulsore di nuove idee artistiche.

Tutte le informazioni e i materiali relativi al Battaglia Foundry Sculpture Prize 2016 sono disponibili al sito internet: www.bfsculptureprize.com

In cover: The blue ones outside. Foto di Charlotte Bell

(cs)

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *