50 e 50

serie-a

Lo so che stasera sarete tutti sintonizzati su Rai 1 a guardare il festival ma per chi fosse interessato c’è la partita che a mio parere mostrerà le vere potenzialità (o debolezze) del Napoli.

In questo momento lo Juventus Stadium per i partenopei è un po’ come le colonne d’Ercole: passarle può voler dire affermarsi prepotentemente per il titolo ma anche rischiar di perdere quella sicurezza costruita in un girone intero, non dal punto di vista del gioco ovviamente, ma da quello psicologico. Non nascondiamolo, i bianconeri partono leggermente avvantaggiati nonostante l’assenza pesante di Chiellini, hanno sicuramente meno pressione e hanno ritrovato quella mentalità vincente che li ha contraddistinti nelle scorse stagioni.

Il Napoli dal canto suo vanta un campione che non devo sicuramente presentare: Higuain. Potrebbe bastare, ma sarebbe ingiusto nei confronti d’instancabili e decisivi comprimari come Hamsik, Insigne e Koulibaly che hanno permesso a Sarri di esprimere il gioco a mio parere più totale e divertente della serie A. Basterà? Forse.

Poche volte mi è successo di non riuscire a immaginarmi come una partita si possa evolvere, entrambe le squadre hanno le abilità per controllare il gioco e giocatori che possono fare male in ripartenza, i campioni ci sono da entrambi i lati e tutti i reparti non mostrano evidenti lacune. Dire che la partita si deciderà a centrocampo è forse un’ovvietà ma in questo caso, analizzando i valori presenti, credo sia vero. Khedira è in dubbio e capisco perché Allegri stia tentando di recuperarlo in ogni modo.

Che vinca il migliore e in bocca al lupo alla terna arbitrale dato il forfait alquanto sospetto di Rizzoli dopo le polemiche dei giorni scorsi.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *